Come si svolge il percorso nutrizionale

 

Prima della consegna del piano nutrizionale sono necessari due incontri

  • Durante il primo incontro conoscitivo viene illustrato il metodo, viene fatta una anamnesi personale, si decidono degli obiettivi da raggiungere e viene consegnata una scheda per compilare il diario delle abitudini alimentari.
  • Durante il secondo incontro viene analizzato e valutato il diario compilato, vengono effettuate le misurazioni antropometriche per determinare la composizione corporea suddivisa in acqua, proteine, lipidi e glucidi.
  •  Al terzo incontro: condivisione dei risultati da ottenere e consegna del piano nutrizionale personale, basato sui parametri biologici specifici del paziente.
  • Quarto incontro e successivi: controlli mensili.

 

I controlli periodici permettono di:

  • monitorare le variazioni del peso corporeo e delle circonferenze
  • monitorare le modificazioni della composizione corporea
  • valutare l’aderenza alla prescrizione dietetica (motivazione, piacere)
  • valutare l’opportunit√† di revisionare o ribilanciare la dieta

Altro importante punto, sapere di avere una scadenza con verifica il giorno del controllo è un fattore di motivazione conscia ed inconscia molto forte.

Sempre per chi affronta programmi a lungo termine, la visita di controllo permette di intervenire quando, vuoi per pigrizia, vuoi per noia, si tende a far tornare in gioco le vecchie abitudini (saltare la colazione piuttosto che il pranzo, abbuffarsi prima di cena o fare spuntini golosi prima di coricarsi).